5 streghe (IV): gocce d'autunno

credits to heikala
Mary e Ashley erano rimaste tutta la mattina li, immerse tra le foglie cadute dagli alberi, come un morbido e fresco letto, a tratti pungente, ma pur sempre confortevole, in quella giornata di pieno autunno. Il sole, tenue, le riscaldava quel tanto da non far sentire loro freddo.
Rimasero in silenzio a lungo, senza mai voltarsi l'una verso l'altra, come se non fossero davvero insieme. La loro magia non era riuscita a fare nulla, il tempo aveva continuato a scorrere velocemente, e loro non erano riuscite a impedire che Brigitta prendesse il controllo della scuola di magia.
Avevano visto il futuro, ed erano tornate nel passato per impedirlo, ma la magia di Brigitta era più potente della loro. Non era servito a nulla, avevano confuso il presente e il passato delle loro amiche senza motivo, Brigitta era riuscita a anticipare il futuro e a prendere possesso della scuola di magia, riducendola al suo castello, nascosto agli occhi umani dalla foschia, così come a quelli di Mary e Ashley, le uniche che avrebbero potuto fermarla.
E loro ora erano in quel prato, mute, affrante, non potevano più salvare la scuola o il regno della magia, tantomeno le loro compagne. Tutto era svanito davanti ai loro occhi, ormai prive di poteri non potevano più vedere il castello, non potevano più tornarci, almeno per il momento.
Mary e Ashley ci sarebbero riuscite, avrebbero recuperato i loro poteri, non importava quanto ci avrebbero messo, ma avrebbero fatto ritorno alla scuola di magia, e avrebbero fermato loro sorella Brigitta, intenzionata a buttare il regno della magia nell'oscurità.
Intanto rimasero ancora in quel posto, senza forze, assaggiando le gocce d'autunno, come due ragazzine normali, cosa che non erano mai state.
5 streghe (IV): gocce d'autunno 5 streghe (IV): gocce d'autunno Reviewed by Gabriele Del Buono on 10/30/2017 Rating: 5

No comments:

Powered by Blogger.